Tra Idromanzia e Cristallomanzia, la divinazione attraverso il Ghiaccio.

Tra le arti divinatorie, le più affascinanti per quanto riguarda la chiaroveggenza, sono l’ idromanzia e la cristallomanzia. La prima impiega principalmente l’ acqua per ottenere i responsi, mentre la seconda si avvale di specchi e cristalli (solitamente quarzo). Le due discipline però, che mostrano parecchi punti in comune, possono essere riunite in un’unica mantica che si avvale del ghiaccio. Possiamo dire che la cristallomanzia è derivata da una forma d’ idromanzia, detta lecanomanzia, perché nell’ opinione degli antichi, il cristallo si credeva fosse ghiaccio talmente indurito da essere impossibile per l’ uomo scioglierlo. La parola cristallo, deriva dalla parola greca per “ghiaccio, ghiacciato”.

Il ghiaccio, riverse un’ importanza davvero rilevante nel paganesimo germanico perché si tratta della sostanza-energia primordiale che ha dato origine al cosmo, assieme al fuoco. Il ghiacci rappresenta la materia, la forma, la stabilità, la bellezza, ma anche la morta, la sterilità e il pericolo.

Tecnica per la divinazione con il ghiaccio.

  1. La prima cosa da stabilire è la scelta del momento in cui eseguire il rito, ovvero si preferirà il giorno che più è in sintonia con la domanda (es. venerdì per amore). Quando non si può attendere si preferiranno la domenica sera e il lunedì. A questo punto, si prende una coppa e vi si versa dell’ acqua pensando o dichiarando ad alta voce cosa si vuole conoscere. Quindi segue qualche minuto di concentrazione sul quesito, imponendovi le mani, immergendovi le dita, stringendo la coppa o soffiando sull’ acqua. Adesso che la coppa è piena e l’ acqua è pronta, si ripone nel freezer durante le ore notturne (o diurne).
  2. Quando è trascorso il tempo necessario, ovvero, il luminare celeste si sarà invertito (se hai iniziato di giorno, ritira la coppa nelle ore dopo il tramonto e viceversa) ritira la coppa e rovescia il ghiaccio  su un piatto. Consiglio sempre di usare un piatto bianco, o comunque chiaro e coprire la superfice di lavoro con un panno anch’esso bianco o chiaro.
  1. A questo punto inizia la divinazione vera e propria. In principio si esamineranno la temperatura percepita stringendo il cristallo, la maggiore o minore presenza di zone bianche, la velocità di liquefazione, l’ intensità dell’ aumento di volume. Questi sono, quasi sempre, tutti indici delle caratteristiche della situazione attuale della persona. Ad esempio, un cristallo che viene percepito relativamente caldo può indicare un temperamento passionale, collerico, rabbia; un cristallo freddo e che si scioglie velocemente può presagire debolezza fisica, tendenza a stati depressivi, malinconia, fragilità; del ghiaccio troppo bianco può indicare una persona forte, ma spesso con una visione limitata, molto legata al passato, presenza di energie negative, ma anche lo stato di gravidanza è espresso in questa manifestazione del ghiaccio, buon presagio per la lattazione e la fertilità di uomo e donna.

Prestate particolari attenzioni alla friabilità del ghiaccio, esso può indicare pericoli, situazioni nascoste, malattie e tradimenti, ma è favorevole se si interroga l’ acqua per confermare la sconfitta degli avversari. Se dopo tutte le ore nel congelatore, il ghiaccio si è formato solo sulla superficie dell’ acqua si tratta di un presagio davvero negativo, indice di disgrazie, energie maligne, nel caso più sinistro di morte o fatture di magia nera. Anche altri elementi come l’ evaporazione e la presenza di bolle d’ aria vanno interpretate in base alla persona e alla situazione del consulto.

  1. Adesso che l’ aspetto materico è stato interpretato, il blocco di ghiaccio può essere letto come una comune sfera di cristallo. Ecco che il piatto e la stoffa tornano utili per evitare riflessi nel cristallo.
  2. Per stabilire il tempo degli eventi, le zone bianche si riferiscono generalmente ad eventi passati o molto importanti, mentre le aree trasparenti si riferiscono al presente ed al futuro. Le zone più sottili sono spesso anche le aree del futuro.

Alcuni fenomeni ed il relativo significato:

Il ghiaccio che si scioglie e forma gocce e “rivoletti” presagisce lacrime, quindi potrebbero verificarsi situazioni spiacevoli o particolarmente gioiose a seconda degli altri segni. Se ad una donna incinta compaiono bolle piene, il presagio è di buon augurio, ma se le bolle sono vuote o si rompono in modo insolito allora il presagio è nefasto. Le bolle, in letture relative alla salute, possono indicare malattie. Se il ghiaccio si divide nelle questioni relative all’ amore e alle associazioni indicherà un responso negativo, liti, separazioni, ammonizioni. Se in ambito di denaro e lavoro, il volume del ghiaccio indica l’ abbondanza che è possibile raggiungere. Arcobaleni nel cristallo sono spessissimo un segno lieto. E cosi via.

Queste regole di interpretazione possono applicarsi anche ai cristalli e alle gemme divinatorie.

Annunci

~ di Jule su 3 luglio 2013.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...