Incubus: cos’è e come esorcizzarlo.


incuboRecentemente mi sono arrivate diverse segnalazioni da parte di streghe, conoscenti ed amici, riguardanti le attenzioni di entità e fenomeni indesiderati che possono essere annoverati nella categoria “incubus”.

L’Incubus è un demone notturno di sesso maschile che infesta l’umano in sogno. Molto probabilmente è un demonizzazione di spiriti più arcaici come Ipnos, Sonno e Lamia del paganesimo greco-romano. L’equivalente femminile dell’ Incubus sono le Succubi e alcune forme di Lamie. Gli Incubi e le Succubi non sono totalmente invisibili e spesso si manifestano nello stato di veglia nel momento del risveglio o sono visibili quando la loro opera diventa frequente e insistente sullo stesso soggetto. Nel sogno appare come un uomo piacevole (donna nel caso delle succubi), ma al risveglio o quando rivela la sua vera natura, si tratta di un essere tipo folletto-animale peloso e scuro, brutto e dal cattivo odore. Questo genere di demone insidia per lo più il sonno delle persone giovani e delle donne (uomini per gli incubi) e si nutre della loro energia mediante la sessualità. L’attacco dell’Incubus, infatti origina spesso sogni erotici. Al risveglio si troverà lo spiritello accovacciato sul petto del malcapitato, intento a bloccarne i movimenti e causando un senso di soffocamento e forte paura; parlare diventa spesso difficile.incubus

Anticamente il rapporto incubo-sesso era rilevante. Infatti si credeva che gli incubi si generassero dall’energia dello sperma versato dagli uomini con la masturbazione o con l’eiaculazione notturna, di cui non ci si disfaceva correttamente. Le succubi invece traevano origine dal sangue mestruale. Per attrarli era sufficiente una concentrazione di questi elementi originari e della fantasia erotica. Lo stesso demone, si raccontava, andasse in giro nella notte per collezionare lo sperma versato per usarlo come suo. Dell’incubo, infatti, si diceva che ricercasse il piacere erotico degli umani, soprattutto giovani fanciulle e talvolta fanciulli. Le eiaculazioni notturne invece erano spesso attribuite alle succubi. Si racconta che i figli generati con gli incubi avessero l’aspetto della persona da cui fu prelevato il seme o assumessero qualche lineamento animale (es: pelo, denti, ecc).

Sebbene gli incubi e le succubi siano in grado di generare un forte terrore, spessissimo accompagnato da paralisi e perdita della voce momentanee, si tratta di un tipo di entità molto facile da confondere ed esorcizzare. In primo luogo occorre chiarire, a prescindere dalle contorte credenze medievali (influenzate da un distorto moralismo cristiano), che la fenomenologia associata all’incubo è spesso dovuta alla presenza di vortici energetici e di forme-energia negativi; ad attività transitorie dovute all’uso della magia o a entità minori come queste (incubi, folletti, elementali, ecc) che dall’energia magica sono attratti per curiosità, invocazione o bisogno energetico. Vediamo i principali metodi per difendersi e scacciare queste fastidiose presenze:

  • Recitare preghiere sacre;
  • Spargere sale ai quattro angoli del letto;
  • Indossare del corallo rosso;
  • Indossare le radici di peonia (anticamente si tagliavano in grani detti perle di peonia);
  • Indossare gli abiti al rovescio;
  • Indossare un talismano o amuleto specifico
  • Aspergere acqua santa
  • Incensare con incenso, salvia o menta;
  • Se sono presenti specchi, purificateli e sistemateli in modo da non riflettere il letto.

Quasi sempre, l’incubus si scoraggerà già al primo tentativo di esorcismo, lasciando in pace la vittima.

~ di Jule su 15 giugno 2014.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...