La bambola del grano

bambole del granoIn questo piacevolmente caldo pomeriggio estivo, inondato dalla luce dorata del sole che filtra fra le tende alla mia destra, mentre assaporo la dolcezza delle pere e i verdi, i rossi e il giallo miele dei frutti dilettano gli occhi, volevo illustrarvi una magia “campagnola” che amo particolarmente, un po’ perché adoro le tradizioni popolari e un po’ per la mia inclinazione verso l’artigianato.

Si tratta di una tradizione diffusa un po’ ovunque in tutta l’Europa e, con le migrazioni, fu trapiantata in America. Sto parlando della bambole di paglia e fieno, confezionate sia per veri e propri incantesimi sia come amuleto domestico.

Ogni luogo ha la sua variante tradizionale, tuttavia gli elementi chiave sono sempre gli stessi.

 bambola stilizzata

Come amuleto, rappresentano l’abitazione di uno spirito guardiano, qualcosa di simile al lares familiares degli antichi romani. Quando la bambola è animata dallo spirito, fungerà da amuleto propiziatorio, da protettore verso la famiglia o la persona per cui è destinato. Talvolta, queste rustiche bambole, rappresentano vere e proprie divinità (es. la dea Brigit o per gli irlandesi) oppure sono usate come dagidas per agire magicamente sulle persone -es. guarigione, protezione, amore.

Questa bambole si presentano come veri e propri pupazzi rustici, dal sapore decisamente country oppure, molto più comunemente come particolarissime trecce, dalle forme per lo più simboliche variabili in base all’intento e alla tradizione locale. La figura più popolare è quella femminile, per il suo concetto di fertilità e regina della casa.

 Tipi di bambole del grano

Si realizzano intrecciando paglia, spighe di grano, erbe del campo ed erbe magiche. Per rendere più facile la lavorazione, vanno messe a macerare in acqua calda o bollite per ammorbidirle e renderle malleabili. Per unire le varie parti si può usare della cera. Si tratta di una magia adatta per celebrare il sabba di Agosto e quello della Candelora. Infatti, le bambole create in agosto saranno riutilizzate nel giorno della Candelora per preparare il letto di Brigid o per riconsacrarle come protettrici della casa. Seguono le forme più comuni e i rispettivi significati. Le bambole sono completate e abbellite con fiocchi bianchi, rossi e neri -i colori della magia, che ne esprimono i tre poteri.

istruzioni della bambola di grano

Annunci

~ di Jule su 27 luglio 2014.

9 Risposte to “La bambola del grano”

  1. Ma è bellissima e sembra pure semplice da farsi. Ho idea che quest’anno mi organizzo proprio. Grazie.

    Mi piace

  2. quali sarebbero le erbe magiche?

    Mi piace

  3. dai, sarò schietta e onesta. Vedere un blog come il tuo permette di fare due cose:

    1) si grida euforiche “non tutto è perduto!” pur vivendo in un’era dove a regnare è l’ignoranza, la superficialità e il disinteresse culturale. La gente usa internet per fare idiozie, trovare blog e siti culturali bello come il tuo è raro.
    2) ci si rifà gli occhi spesso appesantiti e infastiditi da odiosi blog cristiani anti-tutto (hai presente, i cristiani anti rock, o quelli che fanno un minestrone tra paganesimo e satanismo et similia o attendono l’armagheddon che farà piazza pulita di peccatori… insomma ci siamo capiti…) , oggi poi, con la scusa che è la festa della mamma, internet è stato invaso da santini di maria e gesù bambini postati ovunque… 😛

    Mi piace

    • Idea allora adesso postiamo sia iside che maria.

      Grazie per i complimenti

      Mi piace

      • Il problema è che Iside è una Dea e maria non lo è. Inoltre gli attributi di tale maria cattolica sono notoriamente presi da Iside e altre Dee, quindi dovremmo parlare di “reciclaggio, scopiazzamento cattolico”. L’unico Dio per i cristiani è gesù cristo, da solo, e non in simbiosi con sua madre, che non è una Dea. Non so quanto a Iside faccia piacere vedersi associata alla maria cattolica. Sicuramente ai fedeli di Iside scannati dai cristiani secoli fa, non molto.

        Mi piace

        • Ogni divinità è il riciclaggio anche se io direi eredità, della cultura precedente così come o figli lo sono dei genitori. La madonna è una figura divina e gli stessi attributi d Iside furono presi da ishtar che a sua volta gli eredita da altri. Non a caso di tratta di archetipi… universali e presenti in tutte le culture e epoche perché propri dell inconscio collettivo.

          Mi piace

        • Vedo ignoranza e discriminazione in questo tuo messaggio anche perché il dio dei cristiani non è Gesù ma la trinità di padre figlio e spirito santo.

          Mi piace

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...