Chiarimenti sulla Goetia.


goetiaQuando ci avviciniamo allo studio della magia medievale e dei grimori più famosi, siamo scandalizzati dall’attenzione posta sui demoni “infernali” e soprattutto, dal fatto che questi libri magici fossero custoditi e redati proprio da persone dell’ambiente religioso… Pensiamo al celebre Grimorio di Papa Onorio! Questo paradosso ci induce a pensare che, infondo, l’attenzione di questi clerici non fosse indirizza a Dio. Questa deduzione però non è esatta, ma superficiale e forse anche un po’ ignorante.

Dall’ombra alla luce.

Le evocazioni della Goetia e degli altri grimori medievali, non servono per onorare Satana. Esse seguono un ideologia atta a dare potere all’uomo e a renderlo un collaboratore di Dio. Secondo la gerarchia occulta, al disopra del piano umano abbiamo le gerarchie angeliche, sottoposte a loro volta a Dio. Sotto di noi, quindi in un mondo inferiore (inferno significa inferiore) ci sono i demoni, privati della grazia divina (caduta di lucifero e degli angeli ribelli). Da questa semplice spiegazione comprendiamo che l’uomo per diritto può sottomettere le entità demoniache ed infere, governarle per soddisfare i suoi bisogni finché si muova in armonia con le leggi divine (naturali-morali) e dell’assistenza delle entità più elevate (gerarchie angeliche). Quando l’uomo acquisisce queste qualità, può sottomettere l’entità demoniaca e nel contempo la pone in condizione di evolvere dalle tenebre verso la luce perché, indirettamente, la istruisce nella catechesi della legge di Divina, ovvero la natura e la morale universale. Ecco che, entrambi, uomo e demone evolvono seppur su piani diversi.
L’evocazione dei demoni può rivelarsi molto pericolosa se non svolta sotto determinate condizioni, a secondo del grado di potere dell’entità e del livello spirituale raggiunto dall’evocatore. Così come noi possiamo “ingannare” l’entità per farle compiere una qualche forma di bene (es. attraverso il lavoro sporco, di quel bene primario verso se stessi che spesso genera per forza un qualche danno al prossimo), se non siamo forti e attenti, l’entità demoniaca può trascinarci verso il basso, nell’ignoranza spirituale e nell’amoralità. Questa condizione si verifica quando l’evocatore si inorgoglisce ed è sviato dai principi del bene e della morale, quando cede ai suoi bassi istinti, alla violenza e alla perversione, quando no si muove più in armonia con la divinità. Il rischio è quello di finire vittima del demone, che diviene il suo padrone, se ne nutre.
I demoni sono di svariato tipo, quelli a cui ci rivolgiamo in magia sono dotti e profondi conoscitori del mondo occulto e magico. La loro ignoranza è di tipo spirituale, nel senso che non accettano l’ascensione verso Dio, d’agire in armonia con le leggi universali della Natura. Ad esempio, il rispetto della vita, del libero arbitrio, di altre autorità, della guida delle entità buone, ecc. I demoni evocati in magia sono solitamente entità molto evolute, più dell’uomo sotto molti aspetti, es. sono dotati di quelle che noi definiamo facoltà paranormali e conoscenza magica (conoscenza di passato-presente-futuro, capacita di influenzare le menti, conoscenza dei poteri occulti delle cose naturali, …). Pertanto hanno i mezzi per ingannarci egregiamente, sottometterci, distruggerci. La differenza sostanziale con gli angeli sta nel non riconoscere la volontà divina, in poche parole l’orgoglio: il demone vuole essere riconosciuto come Dio, è il figlio capriccioso che non obbedisce e rinnega i genitori, è la persona disposta a tutto per raggiungere i suoi obbiettivi, ricevere i suoi onori e le sue ricompense al punto da ricorrere e accettare il lavoro sporco proprio e altrui, è come il diabetico che sceglie volontariamente di mangiare i dolci. Pertanto essi sono molto utili e, molti di essi sono ben addestrati e “buoni”, disposti a passare energie e conoscenze “magiche-spirituali” all’evocatore, a compiere lavori per lui. Questi demoni “buoni” e “istruiti” sanno che così facendo possono evolvere e sono in qualche modo, entità in via di redenzione.

Quando il fine giustifica il mezzo.

Immaginiamo una situazione verosimile. E’ il caso in cui occorre a tutti i costi fermare una persona pericolosa che mette a rischio l’incolumità di altri individui. Dopo averci provato con le buone, l’unico modo per fermarla e ricorrere alla sua stessa violenza. Il mago sa che questo non porta a nulla se non all’abbassamento del suo livello ed un karma negativo. Pertanto potrà ricorrere all’aiuto di un demone guerriero che non esiterà a compiacersi di questa lotta. In questo caso il mago non agisce per nuocere al nemico, ma per la protezione e per l’evoluzione del demone, il quale compiendo una “male azione” avrà in realtà protetto qualcuno e tolto un pericolo. Ecco dunque che un potenziale karma negativo è stato attenuato anziché nutrito. Il tutto è stato indirizzando verso un fine migliore e positivo: la persona pericolosa è stata fermata, le altre sono state protette, il mago non ha dovuto far ricorso a maledizioni ne attacchi diretti, ha spinto al bene un demonio; il demone è soddisfatto e ha compiuto una buona azione. Il fine giustifica il mezzo!

~ di Jule su 5 dicembre 2014.

15 Risposte to “Chiarimenti sulla Goetia.”

  1. ciao Antica Stregoneria…ma io nn ho la password…😦

    Mi piace

    • Ciao Carla, nessun problema avevo messo la passoword perché dovevo continuarlo a scrivere. Buona Lettura )O(

      Mi piace

      • Bravo jules, ciò che hai scritto è quasi perfettamente la realtà dei fatti. Hai pubblicato una cosa spettacolare facendo chiarimenti molto utili a coloro che seguono il tuo blog. Un saluto pietro😉

        Liked by 1 persona

        • Ciao Pietro ti stavo aspettando… perché non aiuti a migliorare, in modo da renderlo perfetto senza il quasi? 🙂

          Mi piace

      • Beh, sui demoni o spiriti della goetia ci sarebbe tanto da dire… ognuno di loro ha un suo carattere, alcuni son pessimi alcuni piu docili… sono 72 parecchi! invocare uno di loro alla fine non è difficile, ma come hai detto tu (farsi obbedire) non è facile. .. bisogna essere molto preparati è conoscere la natura in generale, oltre che la loro! Oltre alle parole servono dei simboli o pentacoli come li vogliamo chiamare che già ci assicurano una barriera, in caso di un errore del mago sarà molto utile.. Salomone, chi meglio di lui è mai riuscito a evocare comandare e a farsi ubbidire dai demoni più furiosi e arroganti! con certe cose comunque, riferendomi ai lettori di antica stregoneria è meglio star alla larga se non si hanno piene conoscenze, si potrebbero aprire porte che poi nessuno sarà in grado di chiudere. Mi fermo qui jules! Son stanco morto… oggi giornata intensa! Ma tu comunque hai detto cose molto esatte!

        Mi piace

        • Ma quello che hai detto lo apprendiamo già dalla letteratura occulta. ; ) Questo articolo è una riflessione per non partire con pregiudizi quando si leggono certe parole tipo “demone” , “nero” o “evocazione”😉

          Mi piace

      • Sicuramente. . Ho detto ciò che mi è passato in testa in quel momento a riguardo solo tanto perché tu mi hai chiesto di partecipare.( La stanchezza è na brutta bestia)

        Mi piace

  2. Anch’io sto indirizzando i miei studi verso l’evocazione, anche se sono ancora molto lontano ed impreparato. Ma ciò che sto imparando, nella mia infinita ignoranza, è che l’evocazione non deve essere usata per scatenare forze, ma per apprendere tecniche e segreti da queste entità e farle nostre così da essere noi autonomi nell’agire. Segreti di ogni genere e per ogni cosa. Dalla manipolazione del fuoco, alla chiaroveggenza, ecc.

    Mi piace

  3. Grazie molto esaustivo. Potresti consigliarmi una fonte attendibile dalla quale evincere e studiare le loro caratteristiche? Grazie in anticipo😉

    Mi piace

    • Dei demoni? Devi leggere appunto, la Goetia (goezia) ovvero la parte della magia salomonica che tratta dei demoni infernali (le altre due parlano degli angeli e degli intermedi).

      Mi piace

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...