Streghe e Natura.


post

La Stregoneria viene spiegata superficialmente come la Religione della Natura, ma questo non è esatto e nemmeno esaustivo.
La Stregoneria è la disciplina che reinserisce l’essere umano nella dinamica naturale; insegna a riconoscere in se e attorno a se la sua sacralità.
Nella Natura, fisica e astratta, sono presenti tutte le forme e le potenzialità; la persona che si muove in armonia sa prendere dalla Natura ciò che le serve per il proprio autopotenziamento, al fine di migliorare la propria vita e quella degli altri.

La conoscenza delle leggi universali comporta l’impegno di prendersi cura della Natura, ovvero di se stessi e degli altri e, per estensione, dell’esistenza. L’applicazione di questi princìpi ci insegna che qualsiasi cambiamento e manifestazione deve avvenire sia sul piano esterno sia in quello interiore, e che entrambi si condizionano vicendevolmente: possiamo risolvere un problema interiore attraverso l’uso di “rimedi” esterni provenienti dal mondo naturale affinché sia sanata la nostra natura interiore; possiamo curare il mondo esterno attraverso l’uso delle nostre potenzialità interiori.
Muoversi sul sentiero della Stregoneria significa non poter incolpare nessuno delle nostre afflizioni perché la Natura è la perfezione suprema e, di conseguenza, tutto è potenzialmente perfetto e armonioso. Se nella vita di una Strega gli eventi non sono in armonia, dipende principalmente da se stessa e dal proprio ambiente: ciascuno di essi è un riflesso dell’altro.

Le pratiche, i riti e le celebrazioni della Stregoneria, al contrario di quanto pensano in molti, non riguardano esclusivamente il ringraziamento della Terra o la venerazione quasi idolatrica delle forze della natura e delle divinità. Esse hanno lo scopo di potenziare l’essere umano attraverso la conoscenza di sè e del mondo circostante, di risvegliare quelle facoltà latenti in ognuno, che difiniamo comunemente come “magiche”, ma che in realtà sono proprie di ogni individuo. Chi diviene Strega è consapevole del proprio potenziale, si impegna nella ricerca e nell’applicazione della conoscenza accettandone le responsabilità che questo stato di consapevolezza comporta.
Le divinità sono concepite sia come entità spirituali sia come archetipi al fine di agevolare l’interazione e la comprensione del mondo fenomenico e interiore, ma anche come canali e forze in grado di soccorrere l’essere umano.


La Stregoneria non è un ritorno ad uno stato evolutivo inferiore, ma al contrario, ha lo scopo di riappropriarci ddi quella parte “istintuale” propria dell’essere umano, che il mondo moderno ha assopito. Con istintuale non si intende “irrazionale” o “insensato”, ma nel senso di “intuizione innata”: pensate a quelle caratteristiche tipiche ed inspiegabili degli animali come ad esempio la capacita di trovare l’acqua, le rotte migratorie, avvertire terremoti, scegliere le erbe giuste per curarsi… Anche l’uomo non è diverso dal resto degli animali, anche se si è volutamente e apparentemente separato dalla Natura.

Jules
Antica Stregoneria Blog©

~ di Jule su 11 gennaio 2015.

2 Risposte to “Streghe e Natura.”

  1. Sono perfettamente d’accordo con Jules, devo alla magia tutto quello che sono ora che per me è vita, quella vera.

    Liked by 1 persona

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...