Rigenerazione dei cristalli.


image

I cristalli sono molto usati negli incantesimi, nella meditazione e nelle cure spirituali. Essi hanno la peculiaritá di assorbire l’energia e le forme-pensiero, strutturarle e diffonderle costantemente.

Questo fa del cristallo uno strumento delicato, che richiede molta cura perché assorbe facilmente anche energia “negativa.” Dal momento in cui é esposto all’aria e alla luce, la gemma si attiva e rilascia il suo potenziale. Un uso prolungato o un’esposizine eccessiva impoveriscono l’energia del cristallo, ne riducono l’intensitá e le qualitá.

COME PRENDERSI CURA DEL CRISTALLO.
La prima abitudine da assumere é quella di purificare il cristallo prima e dopo ogni uso. Bagni di sale, lavaggio in acqua corrente, incenso di salvia o lavanda, interramento in carbone o argilla sono i metodi indicati.
Molti di coloro che adoperano i cristalli avranno notato che nonostante queste purificazioni, la pietra sembra perdere il suo potenziale e la sua bellezza originale. In questo caso bisogna rigenerare il cristallo ricreando un ambiente di gestazione che emuli il suo “habitat”. É molto semplice: dopo aver purificato il cristallo, bisogna riporlo in un luogo buio (es. in uno scatolo, un cassetto) e lasciarlo riposare indisturbato per un periodo di tempo sufficientemente lungo (minimo un mese). Quando lo riprenderai potresti notare un aumento di lucentezza o il colore piú intenso, ma soprattutto lo percepirai vibrante e carico come nuovo.

~ di Jule su 28 settembre 2015.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...