Amuleto del cuore: storia e significato. 💜🌞


image

Scopri di più riguardo questo antichissimo amuleto: dalla religione dell’antico Egitto alla cultura gitana.

Il cuore è sottoposto alle influenze celesti del Sole, basti notare la sua posizione nel corpo umano: nella parte superiore del corpo, centrale e rivolto a sinistra (alba o tramonto). Basta osservarne l’anatomia per riconoscerne la forma tondeggiante ed il colore rosso come un sole che sorge, sormontato da arterie come a formare una corona ed irradia vene come fossero raggi di luce vivificante.

Nella religione dell’antico Egitto, il cuore rappresentava la vita cosciente. Questo organo era considerato il motore della vita fisica e psichica (emotiva); per questo si parlava non solo di un cuore di carne, ma anche di uno spirituale.
Il cuore era raffigurati come un piccolo vaso o anfora, contenente l’Acqua della Vita (sangue, fluido vitale).

Secondo credenze antiche, durante il concepimento, il padre infonde nel feto la parte immateriale, la madre invece mette a disposizione la materia ed è responsabile della creazione della forma del corpo. Si pensava che questo atto incominciasse con una goccia di sangue materno disceso nell’ventre (utero).

In quanto sede della coscienza e della vitalità, gran parte dell’anima di un individuo risiederebbe nel cuore. Cuore infatti significa anche il nucleo, il centro, la parte vitale.

Le anse dell’anfora del geroglifico del cuore ricordano la figura delle orecchie. È indispensabile ascoltare la voce del cuore, perché con i suoi battiti stabilisce la durata della nostra vita e il temperamento della nostra indole. Ascolta il tuo cuore e quello delle persone. Se ascolti il tuo cuore puoi imparare a controllarti, se ascolti quello degli altri, puoi imparare a conoscerli e a rispettarli.

La voce del cuore deve essere in pace; il cuore non deve tremare di paura di fronte alla coscienza. È questo il senso della pesatura del cuore nelle prime vasi nel viaggio nell’aldilà degli antichi egizi.

In quanto sede dell’anima, della coscienza e delle emozioni, nella cultura gitana, l’amuleto del cuore è ancora considerato un amuleto molto popolare.
Le zingare lo usano come protezione della casa (nucleo degli affetti) e come fonte di energia vitale e come potente talismano nelle questioni d’amore. In quest’ultimo caso, si raccomanda di intagliarlo in gemme o metalli associati a questo sentimento: quarzo rosa, cristallo, ambra, lapislazzuli, argento, oro o rame. Questi monili sono sempre arricchiti da altri elementi simbolici per rafforzarne il valore: decorazioni floreali o rose, campanelli, capsule per contenere all’interno foto, pergamene o altri piccoli amuleti.

Non è da sottovalutare il suo valore di amuleto protettivo e di forza perché è connesso agli archetipi del femmineo sacro: è dal seno materno che riceviamo il primo nutrimento, dal suo cuore.

Inoltre, secondo i filosofi greci, è nel cuore che si concentra il respiro, il soffio vitale, chiamato pneuma.

#cuore #egitto #magia #amuleto #talismano #zingara #gitana #sole #amore #anima #astrologia #anticastregoneria

~ di Jule su 27 marzo 2016.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...