Sacchetto magico di sale protettivo.


image

la Stregoneria si avvale di strumenti comuni e discreti, ma questo non significa che siano meno efficaci.

Questo incantesimo può apparire di semplice esecuzione, ma bisogna ricordare che l’efficacia non è nei gesti e negli strumenti bensì nel rituale e nella capacita della Strega di saper instillare il potere negli oggetti.
Il sale ha una storia magica antichissima ed è uno dei migliori ingredienti nelle magie di protezione (da negatività, magia nera e invidia) e purificazione; altrettanto possiamo dire dei sacchettini magici (vedi l’ebook gratuito nella sezione biblioteca).

Per questo incantesimo occorrono:

★ una candela bianca
★ sale grosso marino o salgemma
★ tessuto rosso, nero o bianco, possibilmente naturale. La scelta dei colori è importante.
★ ago e filo (il filo sarà dello stesso colore)
★ incenso in grani, ulivo, ginepro o rosmarino.

★ acqua di fonte (acqua minerale)

Scelta dei tempi.

Non c’è un momento preciso per questo incantesimo: va bene sia orario diurni sia notturno, qualsiasi giorno ed in ogni fase lunare. Tuttavia è bene scegliere le corrispondenze più appropriate allo scopo personale. È importante ricordarsi la fase lunare perché bisogna ricaricare l’amuleto mensilmente (un idea può essere la data del plenilunio, facile da ricordare ed individuare sui calendari).

Il Rituale.

Radunati tutto l’occorrente procedi con una purificazione personale e, se sei abituato a farlo può tracciare un cerchio magico e sistemare l’altare operativo.

Per prima cosa, accendi la candela per richiamare la Luce spirituale e proteggerti dalle forze tenebrose e negative.

Ritaglia un quadrato di stoffa (precedentemente lavata in acqua salata o consacrata) e cucilo in modo da formare un sacchetto o un piccolo cuscinetto avendo cura di lasciare un apertura. È importante che sia ricamato a mano dalla persona che esegue il rito, quindi occorre armarsi di pazienza e concentrarsi sul proposito dell’incantesimo mentre si esegue questa operazione. Può essere utile salmodiare delle preghiere o intonare un canto di potere per accompagnare il lavoro. La tessitura, il cucito ed il ricamo sono strettamente legati alla stregoneria da epoche immemori: nell’antichitá tessitrice significava anche incantatrice e molte dee della magia erano anche le protettrici del filato (es. Iside).
Considera che questo sacchetto sarà portato indosso dalla persona che ne dovrà trarne beneficio, quindi non dovrà essere  troppo grande e nemmeno appariscente; andrà bene un quadrato di qualche centimetro come quello in foto. Quando è pronto mettilo da parte.

Adesso, avvia l’incenso e manda il fumo sul sale. Fatto questo, con le mani, mischialo recitando delle preghiere e concentrandoti sul tuo scopo di protezione (vedi il post sulla concentrazione creativa e la visualizzazione). Quando senti che è sufficientemente carico, inserisci questo sale nel sacchetto. Puoi cucire la parte aperta per chiudere completamente l’amuleto.

A questo punto, l’amuleto è quasi pronto. Dovrai benedirlo con una preghiera chiedendo la benedizione dei quattro elementi ed eventualmente di un’entità spirituale: aspergilo con l’acqua consacrata, passalo sul fumo dell’incenso. In questo modo riceverà la benedizione dei quattro elementi (fuoco, aria, terra e acqua).

Attendi che la candela si esaurisca da sé, dopodiché puoi usare usare l’amuleto.

★ Se è destinato alla protezione personale o di qualcuno occorre che sia indossato in prossimità della pelle (es. Fissato sotto i vestiti con una spilla o appeso a una cordicella).
★ Se la protezione può essere più leggera può essere riposto in tasca, in borsa o nel portafogli.
★ Può essere sistemato nel letto (es. sotto il materasso o agganciati alla spagliera) per proteggere il sonno (es. incubi) o per favorire la guarigione di un malato.
★ Un sacchetto in ogni angolo delle stanze formano una barriera protettiva per la casa ed i suoi abitanti.

Note Importanti.

★ I sacchetti non devono mai essere aperti.
★ Occorre sapere che, come tutto in natura, anche gli incantesimi sono soggetti alla ciclicità: inizio, svolgimento e termine. Perciò bisogna ricaricare il talismano una volta al mese ripetendo l’aspersione e la fumigazione.
★ Quando sentirai il bisogno di disfatti di questo amuleto, bisogna porlo in acqua corrente affinché il sale si sciolga. Bruciare la stoffa.

~ di Jule su 1 giugno 2016.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...