Le otto stelle della lama XVII L’Etoile.


Lo sai, io adoro i Tarocchi, perciò di tanto in tanto mi diletto a parlarne nel blog  nella sezione Tecniche di Cartomanzia. Da buon tarologo adoro sviscerare tutti i simboli ed i geroglifici che compongono ogni singolo trionfo. Questa sera ti parlo del XVII Le stelle o la stella, come dir si voglia.

Le civiltà più remote furono molto legate alle stelle: esse orientano i viaggiatori, segnano l’alternarsi delle stagioni. Gli astri furono fra le prime divinità, le quali portavano l’appellativo di risplendenti. In questo post mi concentrerò specialmente sulla metà superiore della carta, quella che raffigura il cielo stellato.

La figura mostra otto stelle, di cui quella al centro, la più grande ha otto raggi. Non si tratta di una scelta stilistica, ma bensì di un simbolo da significati occulti molto precisi. Questo ideogramma ❇ per i caldei ed i babilonesi significava Dio, Divinità. Anche presso gli Assiri permase l’uso di porre questo ideogramma come desinenza dei nomi divini. Più specificamente era il simbolo della dea Ishtar – Astarte, il quale riconduce alla figura femminile ritratta sotto le stelle.

Perché la stella più grande è al centro?

Incominciano dal presupposto che, essendo il geroglifico della Divinità significa che tutto procede ed emana dall’unità divina. È la Prima Luce che, scomponendosi da origine ai sette colori, cioè sette qualità dell’energia. Le sette stelle intorno, quindi sono i sette pianeti, i sette colori, i sette vortici energetici dell’aura, i sette giorni della settimana, ecc.

In secondo luogo, la posizione centrale della Stella ad Otto Punte raffigura la Stella Polare, ovvero il Nord luogo più buio del cielo, ma dove splende una stella luminosa e fissa. In quanto Stella Polare, è la Guida Celeste il centro attorno il quale ruota il cielo e l’universo. Di conseguenza le sette stelle attorno simboleggiano l’Orsa Maggiore o Carro, col quale corrispondono anche per via della numerologia dei Tarocchi: la settima lama VII Il Carro.

Il terzo significato è legato allo Zodiaco. Esse sono un quadrato di astri formato dale tre stelle della costellazione di Andromeda e quattro stelle del segno dei Pesci, tratto dello zodiaco in cui Venere è in esaltazione, ossia nei Pesci.

Il quarto simbolismo riconduce al pianeta Venere stesso, la stella di Ishtar. Questo pianeta si rende maggiormente visibile al calar della sera e all’aurora: è la prima e ultima stella a comparire nel cielo. Esso ongiunge il giorno e la notte, l’uomo e la donna, le nature opposte; questa funzione è simboleggiata dall’gesto della donna nell’allegoria in quanto congiunge l’acqua delle due ampolle, delle due rive. Anche il settenario è collegato a Venere, in quanto suo numero cabalistico.

Il quinto significato è più spirituale. La stella Dio è posta esattamente in perpendicolare con la stella posta sul capo della figura umana. Questa stella più piccola rappresenta la “buona stella” di ciascuno, l’energia primaria di un individuo, la sua forza vitale, il suo destino. Un po’come una stella cadente simboleggia l’incarnazione, la discesa dello spirito nel corpo materiale. Questo nostro spirito è diretto dalla Stella Maggiore, la Stella – Dio di cui è esso stesso una emanazione.

Questo discorso non esaurisce pienamente tutti i significati occulti presenti in questa metà superiore della figura.



~ di Jule su 14 luglio 2016.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...