Considerazioni sul potere magico: quando usarlo e quando no.


 L’uomo è sempre stato affascinato dal potere e ha sviluppato metodi per ottenerlo. La magia è uno di questi, la quale genera diversi tipi di potere sugli eventi, sulle persone e su se stessi.

 Il potere non è sbagliato perché è uno dei motori del libero arbitrio, ma lo è quando viola i confini della libertà altrui e quando schiavizza o devia se stessi. Bisogna imparare anche il potere della non-azione. Il potere magico ha influenzato molto anche la spiritualità nel corso delle ere però è doveroso saper distinguere le due cose. Il modo migliore per farlo è riferirci alle filosofi orientali perché sono applicabili ad ogni contesto spirituale o religioso.

 In India i Siddhi sono sostanzialmente ciò che noi consideriamo i poteri magici: veggenza, conoscenza del passato e del futuro, viaggi astrali, capacita di comando, ecc. Queste Siddhi si sbloccano attraverso l’uso di erbe, amuleti, mantram e soprattutto con la pratica ascetica dello yoga e della meditazione. Questi poteri sono parte delle capacità di qualunque essere umano, anche se in gradi diversi, sviluppabili con l’allenamento appropriato.

 Per l’uomo occidentale e l’uomo profano, i Siddhi possono essere considerati come l’obbiettivo di queste pratiche yogiche, meditative ed ascetiche: l’ottenimento del potere, il potenziamento dell’individuo, un modo per realizzare i suoi desideri a suo beneficio o per quello collettivo. In realtà questi poteri extrasensoriali e magici sono considerati “irrilevanti” proprio perché facenti parte della natura umana, come lo sono l’immaginazione, il moto, il sogno, ecc. I Siddhi sono segnali certi dell’apertura dei chakra e dello sviluppo spirituale, ma sono ritenuti un intoppo, un ennesimo ostacolo subdolo di Maya, la realtà illusoria. Infatti, molti si lasciano sedurre dal potere delle siddhi, dal loro uso finendo per considerarle come la meta del percorso e non come un altro gradino da superare.

 Il vero obbiettivo è riuscire a resistere e a liberarsi dalla seduzione di questi poteri, per raggiungere un potere più grande: la libertà, la capacita di controllarsi e non doverne fare ricorso, il potere sulla voglia di potere. Non a caso il siddhi è associato al terzo occhio, Ajna Chakra detto anche Shiva Netra: l’occhio di Shiva che dissolve, distrugge.

 Possiamo applicare benissimo questo discorso alle religioni magiche neopagane e a qualsiasi altra. L’abilità magica, i poteri sono solo un mezzo di necessità, se davvero consideriamo i poteri magici e la magia come qualcosa di naturale perché allora ne siamo ossessionati? Farsi prendere la mano da incantesimi e rituali non porta più benefici ma diviene schiavitù. Questi comportamenti fanno perdere di vista la spiritualità, ma soprattutto ci impediscono di vivere e di crescere. Molte volte per gli incantesimi richiediamo l’aiuto delle divinità e degli spiriti: chi sta vivendo l’esperienza di crescita? Non noi, ma loro. Troppe volte si fa ricorso alla magia per cambiare una situazione “spiacevole” perché cerchiamo di evitare una prova spirituale o una lezione di vita, per appagare il nostro ego o il nostro desiderio. Tanti iniziano a considerarsi dei mentori e dei privilegiati e non si liberano dall’illusione.

 Se ci sono le divinità che provvedono a noi, che senso ha tutto questo? Di solito sono proprio i “no” e e esperienze “forti” quelle che ci fanno crescere, che racchiudono lezioni di vita o karma da smaltire. Assecondare con gli incantesimi è come continuare a dare le caramelle a un bambino che piange per il mal di pancia. Sentirsi privilegiati e assumere il ruolo di “mago” non aiuta: se davvero vuoi aiutare qualcuno lo metti in condizione di aiutare se stesso, anche negando un “aiuto magico” perché ognuno ha i suo percorso spirituale e deve compierlo con le proprie gambe.



~ di Jule su 8 agosto 2016.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...