Dall’altro lato dello schermo, Io sono una persona.


Jule non è un personaggio astratto, Antica Stregoneria non è un marchio dietro cui lavorano tante persone retribuite. Antica Stregoneria non è un sito di informazione, Jule non è un essere cybernetico. Antica Stregoneria non è un enciclopedia del sapere universale, Jule non è un’illuminato. 

Dall’altro lato dello schermo.

Io sono una Persona e questo è il mio blog personale. Qui raccolgo i miei pensieri, esperienze, ricordi, nozioni e qualsiasi altra cosa che mi piace: alcune cose sono personali, altre le condivido con alcune persone, altre ancora desidero condividerle pubblicamente con tutto il popolo virtuale del cyberspazio. Per me questo blog è un’estensione della mia casa, è il mio diario, è un mio riflesso. Se avessi voluto offrire un servizio di informazione avrei fatto il giornalista o messo su un sito web impersonale con una redazione; se avessi voluto fare il “mago” avrei creato uno di quei siti di “operatori dell’occulto” promettendovi amore, denaro, sesso e vendette a prezzi sproporzionati senza insegnarvi niente; se avessi avuto come obbiettivo la popolarità pagherei spazi pubblicitari, controllerei gli altri blog e le altre pagine inseguendo la competizione, bombardandovi di spam e promuoverei me stesso come un personaggio pubblico. Io non sono questo e voglio che Antica Stregoneria non lo sia. 

Io sono una persona e questo è semplicemente il mio blog. Sono fatto di anima e carne, di tempo e di limiti. Vivo la mia spiritualità come parte della mia indole, non perché “seguo la Stregoneria, perchè sono Pagano” o cose simili. Vivo la mia spiritualità anche nell’arte, nella musica, nel respiro, nei sogni e aldilà di questi stessi interessi perché è il mio modo di “sentire”. Vivo la mia spiritualità a prescindere dalla magia, nello stesso tempo condivido con voi i miei pensieri e le informazioni che ho interiorizzato non per dimostrare che so qualcosa di più o che sono migliore di chi non sa, ma per puro diletto: mi piace sognare e far sognare. Il sapere accademico non fa il saper fare, tanto meno da la saggezza. 

Quando scrivo un post ciò che leggi è una mia riflessione individuale, un mio pensiero, un racconto trascritto in lettere e parole: è una parte della mia Testa. Non mi propongo di insegnare, ne di diffondere informazioni, ne di convincere qualcuno; sto semplicemente scrivendo il mio diario o il mio grimorio. Quando clicco sul tasto  “Pubblica” sto aprendo una “stanza della mia casa”, un’area della mia testa per dare il benvenuto a te che sei uno sconosciuto o un estraneo: un blog è un vero e proprio “grande fratello”. I commenti e i messaggi non sono filtrati da un centralino, non ci sono risposte automatiche. Quando li leggo è come se fossimo seduti in salotto: dedico del tempo, ascolto e umanamente ho una reazione emotiva; nel frattempo questa estensione della mia casa (il blog) si affolla anche se a te sembra di esserci da solo, ma io in realtà sono circondato da tanti di voi, fra fedeli e sconosciuti, cercando di gestire il tutto da buon padrone di casa.

Io sono una persona e questo è il mio blog personale. Non sono un tuttologo, non sono un robot. Tutto ciò che vedi ha richiesto tempo ed energia perché da solo costruisco tutto e non uso scorciatoie per emergere né faccio da parassita aggrappandosi alla popolarità altrui. Giorno dopo giorno sono in evoluzione anch’io, fra errori e meriti. Non potete pretendere di trovare qui una grande verità, la soluzione ai vostri problemi, un automa ai vostri ordini. Nel corso degli anni sono cambiato e quindi alcuni post sono discordanti, umanamente spesso sbaglio qualcosa, a volte non ho tempo per rispondere a qualcuno subito, altre volte devo alzare bandiera bianca perché non ho una risposta, altre volte ancora i commenti non rispondono ai criteri del regolamento. 

Io sono una persona: Io ho pregi e difetti, ne sono consapevole. Ho qualità che coltivo, altre me le rivelate voi 💖. Ho difetti che cerco di correggere per migliorarmi e per non scontrarmi con la gente. Io ne sono cosciente anche perché voi mi aiutate, inconsapevolmente, a riconoscerli e a trarne una Lezione per crescere: alcune sono dolci e altre amare, io le accetto entrambe. Questo è il mio blog: ci pubblico ciò che per me è più congeniale. È il mio spazio personale non il tuo, tanto meno è un luogo pubblico. Io sono geloso dei miei spazi e me ne prendo cura: lasceresti che in casa tua entrasse chiunque per farci qualsiasi cosa? Non toglieresti lo sporco? Non stabiliresti dei limiti? 

Io non so nulla di come è fatta la molecola dell’acido del limone ed in quanto tempo possa corrodere l’argento, non sono il genio della lampada che è tenuto ad esaudire i tuoi tre desideri, non ho la risposta per tutto e se ne ho una sono il primo a dire che non è verità assoluta, non sempre ho il tempo né vivo incollato ad un computer per cui non si può pretendere che risponda istantaneamente a tutte le ore o per ore intere, non ho un cuore fatto da microchip, ma ho emozioni e reazioni umane a volte dolci, a volte animose, ma pur sempre vere e autentiche. Posso essere simpatico o antipatico, questo è naturale: la vita è cosi e non ci si può fare una colpa perché un interesse comune non implica un legame o simpatia obbligatoria.

Io non mi curo di ciò che succede negli altri siti, forum o blog, nelle altre pagine facebook, perché sinceramente mi scoccia e mi interessa poco: non faccio la gara di “mi piace” o di “condividi”, anzi io stesso invito a non seguire più il blog e la pagina a tutti coloro che non condividono il mio pensiero o il regolamento. Non mi approprio del materiale (e quindi del pensiero) altrui. Per mio carattere, a volte do per scontato che anche gli altri siano cosi.

Questo non è uno spazio impersonale. Tu che vieni qui al volo nel mio spazio, senza conoscere me né il contenuto del blog, approdi per “prendere” qualcosa da uno scaffale, per giudicare e criticare la mia casa o la mia persona (e quindi il mio percorso spirituale), che guardi dall’esterno come un “grande fratello” senza essere visto, ecc Come poi pretendere di essere nel giusto? Di essere migliore? Di sporcare e invadere il mio spazio, mancando di rispetto me e chi con me li condivide? Come puoi pretendere che io resti impassibile? Come puoi crederti in diritto di portare tempesta nella mia casa e porre la tua idea nella mia testa? Come puoi pretendere che io non mi prenda cura di tutto questo?
Come puoi aspettarti che non ci resti male quando sono proprio le persone “amiche” a creare scompiglio, a non sostenermi, a goudicarmi male e a non scusarsi?
Io mi rispetto, rispetto il mio percorso e rispetto il mio lavoro; rispetto ciò che di buono nasce da tutto questo e non lascio che le persone di passaggio facciano di me e di Antica Stregoneria la loro valvola di sfogo per le negatività, le frustrazioni, l’invidia, la rabbia, l’egocentrismo, il narcisismo o qualsiasi altro sfogo distruttivo.

Io, Jule, sono una persona e Antica Stregoneria è il mio blog.
— Jule 

🌐anticastregoneria.wordpress.com

~ di Jule su 17 ottobre 2016.

11 Risposte to “Dall’altro lato dello schermo, Io sono una persona.”

  1. Ed è un bellissimo Blog

    Mi piace

  2. mi sembrava abbastanza chiaro.
    continua per la tua strada
    =P
    non ti curar di loro….

    Mi piace

  3. Ciao Jule, quello che hai scritto è verissimo e ritengo che non avresti nemmeno dovuto scrivere queste cose che dovrebbe essere ovvie , ma purtroppo certa gente non ha nulla da fare in tutto il giorno se non rompere gli altri in ogni modo possibile. Io reputo che il tuo lavoro sia fantastico e vada rispettato al massimo, io adoro il tuo blog che leggo spesso per prendere spunti, per imparare acune cose e perchè semplicemente lo trovo utilissimo per tanti aspetti e ti ringrazio per l’impegno e il lavoro che ci metti ….continua così per te e per tutti quelli che come me apprezzano il tuo lavoro e si ritrovano in questo blog come a fare due chiacchiere con un amico. Passa oltre queste bassezze non valgono nemmeno un secondo del tuo tempo…

    Mi piace

    • Certo che ci passo oltre, ma mi sembra giusto ogni tanto far mettere queste persone nei panni dell’altro, ricordare le regole civili e spirituali. Ogni tanto bisogna far vedere cosa c’è dietro i blog perché anche se cio che si vede è un post su un dispositivo digitale, i blogger sono persone reali.
      😉

      Mi piace

      • questo è il problema, dover ricordare alle persone come si vive al mondo e le regole basilari della educazione…ormai questa sconosciuta…. dietro questo blog c’è un lavoro da parte tua di notevole dispendio di energie e tempo e deve essere quanto meno riconosciuto e soprattutto rispettato….e non solo biecamente scopiazzato e disprezzato….questa non è affatto spiritualità!😦 ti ringrazio per tutto quello che fai e ti seguo con entusiasmo.❤

        Mi piace

  4. grazie…da cuore a cuore…x tutto x te x il tempo che doni…

    Mi piace

  5. Ciao jule,mi complimento con Te per il tuo blog. Apprezzo molto la bontà d’animo che trapela da quello che leggo e dall’altruismo che mostri nel divulgare tuoi pensieri molto utili agli interessi di molti. Ti seguo con piacere e con entusiasmo ti ringrazio.

    Mi piace

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...