Rimedi erboristici delle Streghe e dei praticanti di magia naturale.


Molte delle persone che perirono sui roghi e sulle forche per l’accusa di Stregoneria non erano realmente Streghe, ma semplici levatrici o medici di campagna depositari di conoscenze antiche in capo erboristico e medico; invece altri erano davvero praticanti di magia e stregoneria. Entrambe erano accomunati dall’uso sapiente delle piante.
Vediamo i principali metodi di preparazione di rimedi erboristici sia curativi sia magici impiegati dalle Streghe e dai praticanti di magia. 

Materia prima: scelta, raccolta, erbe fresche o essiccate.

Il primo punto di partenza per un buon preparato erboristico è ovviamente della buona erba. Assicuratevi che le piante siano da agricoltura biologica, scegliete solo le parti migliori, sane e ben fresche; se queste servono secche, lasciale disidratare all’aria in luogo ben ventilato e asciutto evitando l’esposizione alla luce del sole troppo diretta (può accelerare la decomposizione): un buon prodotto essiccato si riconosce dalla maggior somiglianza alla materia prima (colore, fragranza, …).
La raccolta delle erbe magiche deve avvenire in contesto rituale attenersi ai tempi e al rito (segnare un cerchio attorno alla pianta, chiedere permesso e spiegarne l’uso, recidere solo il necessario e porre l’offerta di ringraziamento).

Triturazione.

Nel momento dell’uso, tritare fiori, foglie in un mortaio, mentre frutti, cortecce e radici generalmente richiedono una grattugia. Se la pianta non è friabile indica che il prodotto ha preso umidità: può essere d’aiuto asciugarlo velocemente in un pentolino sui fornelli (senza bruciare o scaldare troppo perché possono perdersi i principi e gli olio volatili). La grana del trito può variare da molto grossolana a polvere impalpabile a seconda dell’uso e dei gusti personali. Generalmente una polvere sabbiosa è migliore perché consente di estrarre bene le sostanze pur non essendo difficile filtrarla.

Polvere.

Il prodotto finemente tritato fino ad essere irriconoscibile è chiamato polvere in magia. Le polveri magiche trovano un impiego molto ampio: disperse negli ambienti, introdotte nei cibi e nelle bevande, nei sacchetti, sparse sulle candele, sugli altari, ecc. Anche se sono solitamente vegetali, molte possono contenere sostanze minerali (es. sale, cenere) e/o animali (es. pelo, capelli).

Decotto

Si chiama decotto la preparazione di un rimedio per ebollizione. È ideale per le parti dure come cortecce, radici, semi, foglie dure e per estrarre principi attivi che non si distruggono col calore. Un esempio sono alcune piante astringenti come il limone: più tempo passa in decozione maggiore è l’effetto astringente (⚠ nota molto indicativa, consultare un manuale erboristico sui tempi e le dosi di ciascuna pianta, effetto e principio attivo).
Decotti, infusi, olii, … sono all’origine dei famigerati filtri, pozioni e unguenti delle Streghe.

Infuso.

L’infuso si ottiene macerando la pianta in acqua calda (infuso caldo, es. il tea) o fredda (infuso freddo, es. la limonata). Serve per preservare i principi attivi sensibili al calore e le dell’infusione.. Foglie tenere, fiori e piante aromatiche sono i componenti per cui è indicata la tecnica dell’infusione L’infuso deve essere consumato in tempi brevi perché i batteri iniziano a proliferare dopo qualche ora.

Tisana.

Come per l’infuso, con la differenza che si impiega una sola pianta bensì una miscela di erbe.

Unguento.

È la preparazione di un rimedio tramite la macerazione in una sostanza grassa e densa come il burro, il lardo o la cera d’api. L’unguento è destinato ad applicazioni localizzate.

Oleolito.

Come per l’unguento, con la differenza che il veicolo grasso è liquido. La scelta di un olio specifico (oliva, mandorle, jojoba, germe di grano, lino, ricino, girasole, ecc) può contribuire nel potenziare l’effetto della pianta e del rimedio. Usare olio di buona qualità come un ottimo olio d’oliva o uno spremuto a freddo.

Alcolito.

Simile all’infuso e all’oleolito, questo metodo di preparazione si avvale della macerazione in sostanza alcolica (vino, alcool, rum, …).

Tintura.

È un alcoolito in alcool puro. È un preparato molto concentrato da assumere in gocce da diluire.

Sali.

Le conserve sotto sale sono un modo per assicurarsi che la pianta non marcisca. Le applicazioni più comuni sono i sali da bagno curativi e magici oppure per le magie di purificazione, protezione, bando.

Soffumigi

Le erbe o i rimedi erboristici possono essere disciolti in acqua bollente per inalarne i soffumigi per liberare le vie respiratorie o trattare alcuni mal di testa (prova con la menta).

Fumigazioni e incensi:

L’atto di bruciare le erbe sprigiona del fumo capace di ripulire l’aria, scacciare i parassiti e diffondere alcuni principi attivi. Fumigazioni e incensi hanno anche un ruolo importante in aromaterapia, magia e religione. Le fumigazioni sono composte da erbe essiccate, gli incensi da resine aromatiche. Diffondere il fumo verso le quattro direzioni, in alto e in basso, dall’interno verso la porta per scacciare e ripulire le stanze, dall’esterno verso l’interno per attrarre e invitare specifiche energie (sempre dopo la fumigazione di bando).

Fasci, sacchetti, bambole, strumenti e feticci:

Mazzettini e fasci di erbe magiche, secondo le credenze popolari, dovrebbero essere sistemati sull’altare, sulla porta, ai bordi delle finestre, ecc per preservare l’abitazione dalla magia nera e scopi simili (es. iperico). I sacchettini magici sono il modo più semplice e discreto per creare incantesimi ed amuleti. Impieghi ‘simili’ sono anche le bamboline. Inoltre, i legni possono essere usati per creare rune, statuette, bacchette e altri strumenti di potere.
Jule


È vieta la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’aurtore. Usa i pulsanti di condivisione: è piú facile e veloce!

anticastregoneria.wordpress.com

Advertisements

~ di Jule su 12 dicembre 2016.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...