Celebriamo il Solstizio d’Inverno.


Oggi è la vigilia del Solstizio d’inverno, una notte magica. Nei due post precedenti ho trattato del valore spirituale di questa data (Spiritualità del Solstizio d’inverno) e di alcuni dei suoi simboli (Simboli del Solstizio d’Inverno); adesso è il momento di convertire tutto in pratica. 

La sacralità e la celebrazione non sono certamente nella decorazione dell’altare, nel bruciare un ceppo di legno, nel ‘festeggiamento’ o nella rievocazione storica e folkloristica. Come per qualsiasi atto magico o religioso l’efficacia risiede nel comprenderne il senso, metterlo in pratica quotidianamente e viverlo interiormente per apportare un cambiamento positivo dentro di sé. In parole semplici, perdersi nelle decorazioni, accendere candele, bruciare incensi e danzare attorno ai falò non porta a nulla, anzi c’è il rischio di dimenticarsi della spiritualità riducendola ad una festa, a folklore. Quelli sono riti vuoti e senza efficacia, come lo sarebbe andare in chiesa la notte di Natale pur continuando una vita profana nel resto dell’anno. 


Celebriamo il Solstizio d’inverno:
riti e incantesimi.

Questo post è dedicato soprattutto alla strega solitaria ma può essere applicato anche da chi opera in gruppo perché anche in un gruppo tutto dipende dall’essere presenti in sé stessi, come tanti raggi di una ruota unica.
Come ogni altro giorno di potere del paganesimo, le celebrazioni si aprono alla vigilia (es. Vigilia di Maggio, Vigilia di Ognisanti, Vigilia di Agosto, ecc) sia perchè i calendari antichi erano lunari sia perchè il rito ha lo scopo di proteggere e bilanciare le energie nel momento critico, cioè quello di passaggio fra due tempi o spazi. In questo caso si tratta del transito del Sole fra il Sagittario ed il Capricorno, tra la fase discendente e ascendente del Sole e fra la notte più lunga dell’anno e il graduale ritorno della luminosità.
Gli scopi dei riti del Solstizio d’Inverno sono:
★ proteggerci dagli spiriti e dalle energie oscure che in queste notti sono enfatizzate,
★ apportare Luce spirituale e rigenerazione dentro la Strega e la sua vita pern prepararci ad affrontare i mesi più duri dell’anno fino a febbraio quando ci purificheremo. Vedetelo come una batteria di energia necessari per mantenere acceso il ‘focolare’ per superare l’inverno in sicurezza.
★ come data solare è valida per concepire nuovi progetti, ma senza agire per realizzarli. Il Sole è come un seme sepolto sotto terra in attesa, bisogna attendere la fine dell’inverno prima che ritorni a crescere.
★ è ideale per riconoscere i meriti e i demeriti del karma accumulato durante tutto il ciclo solare. Come un seme che torna alla terra, come il Sole termina la sua parabola discendente verso la grotta materna, anche le conseguenze delle azioni ritornano alle mani di chi le ha compiute. Il Sole, come una moneta d’oro potra essere un ‘dono’ da mettere in tesca o da dover ricompensare. Questi giorni offrono l’opportunità di risolvere il karma. 

Dopo aver purificato la stanza e te stesso, assicurati di poter svolgere il rito senza essere disturbato; rilassati e concentrati su quanto stai per fare. Traccia il cerchio magico e apri la celebrazione stagionale come di consueto. Quando ti accingi alla parte magica del rito, puoi usare questi incantesimi da distribuire da oggi a alle le 12 notti a seguire. 

🌞 La Vittoria della Luce Spirituale.

Questo è il rito principale perché serve ad allinearci energeticamente con la stagione e la natura (e quindi ci evita di sentirci ‘fuori fase’). Ti serve soltanto una candela bianca. 
Dopo la parte preliminare, purifica e consacra la candela dedicandola alle energie vivificanti del Sole e della Divinità. Quando la candela è pronta e anche tu lo sei, accendila dichiarando che con questo gesto inviti ed accogli la Luce Spirituale. Libera la mente e ascolta il tuo respiro. Radicati e Centrati. Adesso, passa ad illuminare ogni lembo del tuo corpo servendoti della visualizzazione; illumina ogni chakra dalla Radice alla Corona. Fatto questo, porta la Luce dentro di te, immagina come se nel centro del tuo corpo splendesse un sole sempre più fulgido e grande. Puoi localizzarlo nel ventre, nel petto o nella testa. Dissolvi in questa Luce ogni problema e ogni tensione. Sorridi. Quando i pensieri divagano e la concentrazione viene via, termina l’esercizio. Lascia consumare la candela o spegnila con le dita per continuare il giorno dopo. Porterai dentro questa luce vitale fino al prossimo giorno di potere. Perfetto da fare tutte le 12 notti.

🌞 Fugare gli spiriti maligni e le energie negative con il fuoco e l’alloro.

Sempre dopo la fase di apertura, purifica e consacra una o più candele bianca ai poter in del Fuoco e della Luce Divina. Accendi queste candele nelle ore serali nella tua casa, sulle finestre in giardino e nei luoghi disturbati. Prima di posizionarle, deambula diffondendo la luce negli angoli più bui, pronuncia una benedizione, aspergi acqua purificata e diffondi fumi d’alloro. Puoi usare rami e foglie d’alloro come ‘decorazione’ magica. Ideale nella vigilia di yule in attesa del sorgere del sole.

🌞 Retribuzione del karma.

Un rito importante tanto quanto il primo, è questo il senso del dono di natale: il karma positivo o negativo. Ti serviranno una candela bianca, carta e penna, i tuoi risparmi. Accendi la candela precedentemente purificata e consacrata. Medita su quanto stai per fare. Incomincia un percorso di analisi ed auto analisi della tua vita nell’ultimo anno: segna tutti i torti subiti e quelli compiuti verso te stesso, tutti i tuoi errori e le azioni discutibili… Sii sincero. Su un altro foglio segna tutti i meriti personali e di chi ti è vicino, ciò di cui sei fiero. Adesso pianifica dei regali e dei gesti gentili disinteressati per bilanciare il karma negativo e per premiare quello positivo tuo e altrui. Se non puoi raggiungere direttamente la persona interessata, fa il gesto verso qualcuno bisognoso: elemosina, un dono disinteressato, beneficenza. Ringrazia per i doni ricevuti da questo anno. Non limitati a cose materiali! Mi riferisco soprattutto alle lezioni di vita, alle esperienze e ai progressi nella Stregoneria che ti hanno fatto crescere spiritualmente e reso una persona migliore.

Felice Solstizio d’inverno e Buon Yule,

Jule


È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i pulsanti di condivisione: è più facile e veloce!

anticastregoneria.wordpress.com


~ di Jule su 20 dicembre 2016.

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...