I simboli del Solstizio d’inverno.


Il Solstizio d’Inverno è una ricorrenza sacra sin dalla preistoria, infatti molti monumenti megalitici e caverne sono orientate in modo da ricevere al loro interno i raggi del sole in questo giorno dell’anno.

Il Solstizio così come lo conosciamo oggi è di derivazione orientale. Nella religione dei Magi zoroastriani questo solstizio rappresentava un momento critico in cui i poteri maligni di Ariman raggiungevano l’apice mentre quelli di Auramazda erano più deboli. Auramazda rappresenta la Luce e quindi il Sole, che in questo periodo dell’Anno attraversa l’arco a sud dello zodiaco, segnando l’inverno e la notte più lunga dell’anno; ossia l’equilibrio cosmico pende maggior mente verso il buio dell’ignoranza e della violenza, l’inerzia del sonno della morte, la sterilità invernale prima del risorgere del nuovo Sole. Di conseguenza, i Magi prescrivevano che in questa notte si controbilanciasse l’equilibrio cosmico opponendo ad Ariman i simboli luminosi e prosperi di Auramazda. 

I simboli del Solstizio d’Inverno.

Analizziamo qualche simbolo del solstizio d’inverno.

★ ALBERO, FRUTTI E MELOGRANO: l’albero verde e decorato si contrappone alla sterilità dell’inverno. Anticamente si appendevano agli alberi noci, frutta secca e pomi per invogliare la natura alla crescita. Si tratta dell’albero della vita, i cui frutti sono pietre preziose. In particolare, i Magi raccomandavano di mangiare il melograno, simbolo di regalità e prosperità i cui semi richiamano il rubino (pietra del sole) e la prosperità.
★ STELLE e CIELO STELLATO: simboleggiano la notte più lunga dell’anno, ma anche la Luce di Auramazda che prevale sul buio di Ariman. La notte simboleggia la morte, l’essere incosciente e per estensione l’inverno; la luce della stella può essere vista solo osservando la notte da cui lentamente emerge: è la luce della coscienza e della consapevolezza. La stella simboleggia la natività del Sole e la guida spirituale perché sono l’elemento principale degli oroscopi (e servono per orientarsi). 
★ FUOCO: immagine stessa di Auramazda, della Luce e del Sole, il fuoco ha una funzione importantissima. Il suo potere purificante e consacrante scaccia gli spiriti maligni di Ariman che in questa notte scorrono liberi. Secondo la magia simpatica (simile agisce sul simile), la luce del fuoco è simile a quella del sole e la sostiene. Fiaccole, fuochi, candele e torce sono dislocati per le strade, i campi e nelle case.
★ VEGLIA FESTOSA: proprio per contrastare la notte più lunga e fredda dell’anno, simbolo dei poteri della morte e dell’incoscienza ed evitare il pericolo che gli spiriti maligni potessero arrecare danno nel sonni, i Magi prescrivevano di tener veglie notturne in questi giorni dell’anno, ma che fossero gioconde. Le famiglie si radunavano per banchettare, trascorrere la notte fra giochi, letture di poemi, risate e piccole divinazioni sin alle prime luci del giorno.
— Jule


È vietata la copia dei testi senza citarne la fonte (link) o previo consenso dell’autore. Usa i pulsanti di condivisione: è più facile e veloce! 

Advertisements

~ di Jule su 20 dicembre 2016.

Una Risposta to “I simboli del Solstizio d’inverno.”

  1. […] di questa data (Spiritualità del Solstizio d’inverno) e di alcuni dei suoi simboli (Simboli del Solstizio d’Inverno); adesso è il momento di convertire tutto in […]

    Mi piace

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...