Stregoneria

Stregoneria

È facile confondere la Stregoneria con la Stregoneria Moderna e quest’ultima con la religione neopagana Wicca. Facciamo un po’ di chiarezza.

Un viaggio nel tempo alla scoperta delle radici.

La Stregoneria è l’antenata primordiale della Magia e delle Religioni. Come la Magia, essa non è una religione anche se ingloba in se elementi delle religioni dei vari periodi storici. Nella Stregoneria, quindi, esistono sincretismi e contaminazioni di idee religiose e magiche. Analizzando la Stregoneria possiamo notare come essa sia il prodotto di stratificazioni e sedimenti ideologici e dottrinali, i quali rafforzano la natura stessa della Stregoneria. Se si analizza in senso cronologico inverso, incontriamo per prime le contaminazioni culturali e religiose post moderne, ovvero quelle attuali: elementi Wicca e neopagani, filosofie orientali ecc; tornando in dietro a circa un secolo fa, lo scenario già cambia: la Stregoneria risulta essere di natura duplice (magia bianca e nera) agganciandosi o alla religione cristiana oppure alla sua antitesi; sempre oltrepassando a ritroso il 1800, ci imbattiamo in un “rinascimento occulto”, quando i testi di magia, cabala e tarocchi erano molto popolari. In questo contesto abbiamo un misto di Stregoneria fusa con la religione cristiana e contaminazioni della magia cerimoniale e delle società segrete occulte. Se compariamo la stregoneria di oggi e quella dell’1800 è facile rinvenire somigliante e continuità; possiamo chiamarla la “magia della nonna”. Continuando questo “viaggio nel tempo” noteremo che la situazione non cambia, ovvero la stregoneria muta in base ai contesti socioculturali pur restando sostanzialmente fedele a se stessa. Se facciamo un salto significativo, fino a raggiungere il mondo antico e la preistoria noteremo che la situazione è il simile, anzi avremmo conferma della sua esistenza e delle sue modalità. Il medioevo, invece, è un periodo storico che presenta delle difficoltà in quanto è difficile distinguere i casi di stregoneria da quelli di psicosi, complotti politici o propaganda del cristianesimo degenerato.

Possiamo quindi affermare che la Stregoneria ha un’origine arcaica, presente già in epoche preistoriche, antecedenti lo sviluppo della magia cerimoniale e delle religioni strutturate come le concepiamo oggi. Questo adattarsi della Stregoneria ha dato origine a ideologie stratificate e consolidanti.

La Stregoneria è presente ovunque nel mondo, è sostanzialmente simile a se stessa anche se le varie culture non hanno avuto contatti geografici o culturali nel corso di molti secoli: questo ne testimonia l’origine arcaica e primordiale.

Le Credenze.

La Stregoneria e l’Alta Magia condividono praticamente quasi tutte le loro dottrine, ma spesso in modo differente. La Stregoneria è sostanzialmente un insieme di magia naturale, fattucchieria, superstizione e sincretismi religiosi.

NATURA: È la fonte primaria del potere stregonico. La natura è intesa come creatura viva e luogo sacro. Dalla natura, le streghe e gli stregoni, ricavano il materiale necessario per l’esercizio della loro arte. Molti spiriti ed entità della Stregoneria sono manifestazioni della Natura o vi risiedono. L’importanza della natura è forse anche da ricercarsi nell’ancestralitá della Stregoneria stessa: è un bisogno di contatto con l’origine, un ritorno a quell’era primordiale in cui è nata. Se osserviamo le fonti storiche noteremo quanto il tema della natura sia frequente ed indissolubile: incisioni di streghe che danzano nei boschi, racconti popolari di eventi misteriosi nelle radure e nei campi, luoghi sacri antichissimi dislocati in queste località remote e l’immancabile presenza di oggetti naturali negli incanti ne testimoniano l’importanza.

FEDE: Le Streghe credono nelle divinità e negli spiriti. Le Streghe credono che il nostro mondo non è abitato soltanto dalla specie umana e dagli animali, ma anche da creature indivisibili. Esse sono di varia natura, da quelle maligne a quelle innocue fino a vere e proprie divinità le quali trascendono la comprensione umana. Questo aspetto della Stregoneria è forse quello più soggetto alle influenze cuturali. Che siano esse le divinità della religione ufficiale o di altra natura, i documenti sulle Streghe ci tramandano un’immagine di incrollabile fede in esse.

★ DISCREZIONE E SEGRETEZZA: Una regola d’oro trattata anche altrove nel blog. Ha diverse funzioni. Nei secoli di persecuzione la ragione primaria fu, ovviamente, la protezione e la salvgavuardia della propria vita e di coloro che condividevano il “segreto”. Una seconda motivazione è nel potere: mai rivelare il proprio asso nella manica. La terza ragione è magica e riguarda l’efficacia dei rituali e degli incantesimi.

La Magia delle Streghe.

La Stregoneria si basa su idee magiche ben precise. Vediamo le più radicate.

SIMPATIA: Anche se il termine è greco si tratta della magia più antica, la stessa che praticavano i nostri antenati delle caverne. Questa dottrina spiega che ciò che è somigliante agisce sul simile. Pertanto agire su un’immagine che raffigura una persona vale ad influenzare la persona ritratta; un erba della prosperità attira la prosperità; una figura spaventosa scaccia questi stessi pericoli.

CONTAGIO: La Stregoneria insegna che la magia non è statica perché essa circola e si trasferisce. Ogni cosa contiene una sua energia essenziale e/o quella che le viene trasmessa. A sua volta questa cosa  è un veicolo per trasferila. Facciamo degli esempi: i capelli di una persona ne contengono l’essenza, quindi agendo su di essi oppure su un simulacro che contiene il testimone, possiamo agire sulla persona perché il capello funge da veicolo di contagio; possiamo trasferire in una pietra un’energia e, collocandola in un luogo o addosso qualcuno essa influenza la persona o l’ambiente; ancora, una persona o qualsiasi cosa influenza l’altro. Alla base del contagio diretto ci sono pratiche come le iniziazioni, le guarigioni, ecc; per quello indiretto abbiamo incantesimi e amuleti.

ANIMISMO e SPIRITISMO: Le Streghe riconoscono un anima vitale, un essenza sacra celata in ogni cosa.  È sempre stata viva la credenza dell’esistenza di intelligenze e creature incorporee: anime dei defunti, spiriti, elementali, daemoni  e divinità. La Strega per mezzo della stregoneria può comunicarvi ed interagirvi.

DIVINAZIONE e FATO: La Stregoneria permette e si avvale della divinazione in molte forme differenti: presagi, chiaroveggenza, tarocchi, ecc. Tuttavia esistono idee quali il destino ed il fato, cioè avvenimenti immutabili come, ad esempio la morte, lezioni di vita o karmiche.

★ REGOLA del TRE: è una regola antica, spesso confusa con il Rede Wicca. La Regola del Tre insegna che bisogna tener conto di questo numero per ottenere successo. Ad esempio nell’uso di tre ingredienti, dell’osservanza di tre giorni o tre settimane di attesa, l’esecuzione simultanea ad opera di tre streghe, di non rivelare un incantesimo per non più di tre volte o a tre persone, ecc. Gli incantesimi, i riti e le cerimonie che si avvalgono di questa regola erano chiamati “triangolari”.

Incantesimi, magie e rituali.

Gli incantesimi e i rituali sono differenti da quelli della magia cerimoniale e della Stregoneria Moderna.

A differenza dell’Alta Magia, i riti sono meno complessi nello sfarzo e più corti, non risentono delle eccessive influenze cabalistiche e la strumentazione e accessibile praticamente a chiunque. Questi strumenti sono generalmente di uso comune: erbe aromatiche, candele, pentole, scope, specchi, pietre, stoffe ago e filo, ecc.

La componente astrologica esiste ma si limita quasi sempre all’osservazione della Luna e dei giorni magici. Anche l’Alta Magia e l’Astrologia insegnano che non è possibile attingere alle energie planetarie e zodiacali senza avere favorevole la Luna, quindi perché complicarsi con calcoli matematici complicati ed attese inutili?

Molti rituali e incantesimi non presentano la necessità di un cerchio magico come nella magia cerimoniale o nella Stregoneria Moderna. Il cerchio dell’Alta Magia è caratterizezato da formule derivanti dalla cabala ebraica; il cerchio della Stregoneria Moderna invece deriva da quelli dell’Alba Dorata, dei Rosacroce, della Wicca o dalle tradizioni della Ruota di Medicina dei Nativi Americani. Quando incontriamo cerchi magici nella Stregoneria, invece, sono meno cabalistici di quelli dell’Alta Magia, sono di carattere “superstizioso” e religioso oppure semplici cerchi. Un esempio è il cerchio magico riportato ne “Il Libro del Comando”.

I talismani e gli incantesimi sono di tipo differente da quelli cerimoniali. Si tratta di oggetti semplici, come sacchetti d’erbe, pietre e feticci; formule magiche, gesti novene e magie con le candele.

La Stregoneria riconosce l’esistenza di giorni di potere quali solstizi, pleniluni, compleanni, giorni sacri, ecc.

La magia delle streghe ha come primo scopo l’essere utile.

Chi è Strega?

Qualcuno forse può pensare di ricorrere alla Stregoneria soltanto in un momento di sconforto o bisogno, aspettandosi che “agitando la bacchetta magica” possa risolvere i suoi problemi o avverare i suoi desideri. La Stregoneria è niente di tutto ciò e quello che succede a queste persone è qualcosa che conosciamo tutti: un incantesimo che fa fiasco.

Il fatto che la Stregoneria sia una magia domestica non implica che sia facile e nemmeno che sia innocua. Praticare rituali in modo scorretto, con superficialità o senza una preparazione non è soltanto fonte di insuccessi, ma anche di pericoli spirituali.

La Stregoneria è un impegno spirituale, una via di miglioramento quotidiana e costante. Alla Strega e allo Stregone sono richiesti volontà ed un lunghissimo studio: la Strega si forma nel corso di tutta la durata della sua vita, diviene una persona saggia e sviluppa le sue abilità. Non si diventa Strega per capriccio ed occorre anche una certa “sensibilità”. Coloro che desiderano solo un beneficio momentaneo dovrebbero seguire i passi dei loro predecessori: chiedere l’aiuto di una Strega e non improvvisarsi.

Ci sono streghe dalla nascita, streghe che ereditano quest’arte per via del lignaggio femiliare, coloro che seguono un percorso di studio ed iniziazioni, persone che operano in solitaria e chi, invece, è affiancato da altre streghe ed aimè esistono sia streghe malvagie sia streghe ciarlatane.

Le Streghe e la Stregoneria sono da ricercarsi nelle tradizioni popolari di un luogo, di una cultura o di un nucleo sociale –come può esserlo la famiglia o un paesino.



 Vedi anche:

Dovrei essere pagano per praticare la magia o la stregoneria?




Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...