Cos’è la Magia


tripliceluna

Cos’è la Magia

Se stai visualizzando questo post, infondo, sei attratto dal mondo dell’occulto, indifferentemente se sei qui come adepto, ricercatore o schernitore. Perché affermo questo? A mio parere, questa è la sostanziale differenza fra l’uomo e la bestia: si parla di essere umano, quando nell’evoluzione è comparsa una qualche forma di “pensiero spirituale”, divenuto successivamente culto dei morti, animismo, sciamanesimo, stregoneria o vera e propria religione.

A cosa serve la Magia?

Lo scopo della Magia è offrire una soluzione nei momenti di bisogno, di rendere possibile l’impossibile, di oltrepassare i limiti posti dalla mente analitica e dalla condizione attuale, al fine di manifestare la volontà.

Come può la Magia far tutto questo?

Esattamente come ogni altra disciplina, si avvale dell’osservazione del mondo naturale e fenomenico, ne carpisce i meccanismi per raggiungere i propri fini attraverso l’applicazione delle nozioni.

Magia bianca e Magia Nera

Seguendo quando asserito poco su, la magia è da considerarsi neutrale. Il bene o il male derivano dalla sua applicazione e dalle inclinazioni dell’operatore. Proprio come può esserlo la scienza: il male dipende dall’operato e dal campo di applicazione dello scienziato.

Il ruolo dell’essere umano

La magia nasce per offrire aiuto all’umanità. Per questo motivo, una vasta parte della magia studia l’essere umano nella sua totalità, dalla sfera più intima alla sua relazione con l’intero universo per sondarne le potenzialità latenti e porlo in condizione di aiutare se stesso così come gli altri.

Il ruolo del divino

Al contrario di quanto crede la maggioranza delle persone, la Magia non è blasfema e non beffeggia le confessioni religiose. Chi compie o professa questo, non è un vero adepto ed ha una visione distorta o degenerata della magia. Se studierai seriamente le religioni, di pari passo con la magia, scoprirai che sono esse stesse una forma di Magia. Nella Bibbia abbiamo una testimonianza vastissima di importantissime dottrine magiche e di testimonianze reali. Si pensi a Mosè o allo stesso Gesù: che le loro gesta le si vogliano chiamare miracoli o magie, è solo questione di termini. Lo stesso possiamo dire delle altre religioni.
La magia non comporta la negazione della divinità o del proprio credo religioso, ma anzi, si apre in speculazioni per comprendere Dio, gli Dei e la Creazione. Numerosissime dottrine magiche e scuole misteriche si prefiggono di elevare l’umanità per congiungerla alla fonte divina di cui sono emanazione –es. Gesù si dichiarò figlio di Dio e, Dio egli stesso; un assioma magico afferma “Dio in Dio, Dio nella natura, Dio nell’uomo” : due versioni, una stessa verità.
La Divinità suprema è spesso considerata in termini di Esistenza e come tale, si ritrova in tutto e permea tutto. Essa si manifesta attraverso emanazione e “archetipi” –divinità, energie planetarie, ecc.
Spesso facciamo ricorso ad entità per realizzare il nostro volere, affidandoci a menti ed energie più evolute (es. angeli e divinità) o comandando menti ed energie che ci sono in qualche modo inferiori o sottoposte (es. demoni).

Riti, cerimonie ed incantesimi

Molti riconosco la Magia e ne sono anche sostenitori, ma l’aspetto pratico mette una certa soggezione a causa del suo alone di mistero e della disinformazione. Non si devono temere le cerimonie magiche perché, quando si conosce qualcosa non c’è paura. I riti della magia e della religione sono più affini di quanto si pensi. Gli incantesimi sono l’applicazione delle nozioni magiche. Pensa ad un chimico; la conoscenza teorica dei teoremi non produce un farmaco. Occorre applicarsi e combinare le sostanze secondo le corrette modalità. Ecco, l’incantesimo e il rituale sono il mezzo d’applicazione delle conoscenze magiche necessarie per ottenere il risultato. Esso si avvale di strumenti per manipolare le energie e manifestare la volontà dell’operatore.
Un cerimoniale è da considerarlo pericoloso quando non lo si comprende (implica errori), muove energie sconsigliabili (es. spiriti maligni o forme pensiero ambigue) o provoca un risultato negativo (a danno di qualcuno o qualcosa).


2 Risposte to “Cos’è la Magia”

  1. Mi sento di ringraziarvi di cuore per i vostri articoli e per aver ampliato la mia comprensione di questo argomento. Ed avermi tranquillizzata. B,

    Mi piace

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...