Rito di Consacrazione -semplice.

Saper consacrare strumenti rituali, oggetti e amuleti è un’ abilità essenziale per la pratica della Stregoneria. Qui troverete il rito che fungerà da linea guida per imparare come effettuare la consacrazione. Si tratta di un rito semplice ma efficace. Il fattore più importante risiede nella volontà e nella concentrazione sui gesti. Non dimenticate che i gesti sono antichi; pensate a tutte le persone che gli hanno eseguiti prima di voi, pensate alla carica magica che hanno accumulato nel susseguirsi dei secoli.

  • Sistemare sull’altare (o piano di lavoro) sale, incenso, acqua e una candela bianca per rappresentare i quattro elementi.
  • Per prima cosa occorre creare un cerchio magico  o una barriera mentale di luce bianca per proteggersi da eventuali energie negative. Quindi rilassarsi, seguire il respiro e realizzare il vuoto mentale.

A questo punto, l’oggetto da consacrare viene passato attraverso i quattro elementi come segue:

  1. Rivolti ad Est, passare l’ oggetto attraverso il fumo dell’ incenso e benedirlo per il potere dell’ Aria. Si può recitare una formula come questa:

Consacro questo oggetto (nominatelo) con i poteri benefici dell’ aria”.

  1. Rivolti verso Sud, passare l’ oggetto sulla fiamma della candela e pronunciare una formula come questa:

“Consacro questo oggetto (nominatelo) con i poteri benefici del fuoco”.

  1. Rivolti verso Ovest, aspergere l’acqua sull’ oggetto, dicendo:

“Consacro questo oggetto (nominatelo) con i poteri benefici dell’ Acqua”.

  1. Rivolti verso Nord, cospargere con il sale l’ oggetto da consacrare, quindi dire:

“Consacro questo oggetto (nominatelo) con i poteri benefici della Tera”.

Ora prendete l’oggetto tra le mani e infondeteli la vostra energia visualizzandola come luce bianca che circonda l’oggetto. Quando la visualizzazione si indebolisce terminate segnando lo strumento magico con una croce, il segno del pentacolo o un altro simbolo personale, quindi dire:

” Questo oggetto (nominatelo) è consacrato”.

 

Annunci

45 Risposte to “Rito di Consacrazione -semplice.”

  1. Quello che ho avuto modo, in parte, di capire è che per gli utilizzi magici, occorre principalmente la volontà e l’energia di chi effettua i riti. Inoltre, gli oggetti usati, devono essere prodotti con cose naturali, e purificati delle energie negative. Ed è per questo , com’è stato specificato, anche non consacrarli e benedirli tutti. Quindi se occorre necessariamente, di dover consacrare il sale,ma non ho candele consacrate ma purificate e lasciate una notte, ad esempio alla luna crescente. E ho delle erbe fresche o comprate in erboristeria e non consacrate, posso procedere tranquillamente, nel fare il rito?

    Mi piace

    • Oddio aspetta, che confusione.

      Si, gli strumenti e gli oggetti, ambienti e persone dovrebbero essere purificati (ad esempio con fumigazioni o aspersioni).

      Oggetti che sono elementi purificatori non hanno per forza bisogno di essere purificati essendo puri di per se (es. sale, fuoco, acqua di sorgente)

      La consacrazione è tutt’altra cosa. Consacrare significare dedicare qualcosa, rendere sacro a qualcuno. Ad esempio consacro un altare ad una divinità specifica. (C’è un post sul senso della consacrazione)

      Per quando riguarda il fatto delle candele poste alla luce lunare, non è un agente purificante, ma puoi caricare sostanze lunari preventivamente purificate (es. Cristallo di rocca, acqua, talismani della luna).

      Mi piace

  2. Si, ho fatto un bel pò di confusione, è tipico mio … Vediamo se non faccio altra confusione :)… Sale , fuoco o acqua di sorgente, sono elementi già puri. Quello che si fa esponendoli alla luna (crescente o piena) consiste nel caricarli. Per il resto, il sale, può essere usato, senza che sia consacrato, per purificare altri elementi,come le candele. La consacrazione, invece , vuol dire consacrare a qualcosa, ma non va fatta sempre, e per ogni occasione … Quindi, all’atto di consacrazione semplice, di un qualche strumento, se non si hanno candele ( che sono state, comunque, purificate) o erbe per incensi, consacrate, si può comunque, procedere, giusto? E il sale , sempre non consacrato, può anche essere usato, cosi, per purificarsi. Anche se un rito di purificazione, con elementi consacrati è più potente?

    Mi piace

    • Si.

      Però secondo me confondi la consacrazione con la benedizione. La consacrazione è quando dedichi qualcosa a un entità esempio consacro una statua a Giove.

      Comunque si, puoi procedere senza benedirli se senti che non sia necessario. Ovviamente se gli elementi sono purificati e benedetti ai meno rischi di intrusioni di energie indesiderate. Ricordati anche di purificare l’ambiente (aspersione, fumigazione) e di fare un cerchio protettivo (puoi disegnarlo o segnarlo ad esempio con un nastro chiuso ad anello).

      Mi piace

  3. Grazie Jule, adesso, mi sono un pò più chiare, alcune cose …

    Mi piace

  4. Ciao, ma come mai si conclude con un segno della Croce?
    Ha un significato particolare? Io sono wiccan e non credo nella religione cristiana quindi non avrebbe senso per me farlo, non lo sentirei

    Mi piace

    • La croce è un simbolo decisamente molto più antico del cristianesimo, ad esempio nella cabala c’è un segno di croce particolare. Se non ti trovi cerca alternative.

      Mi piace

  5. salve ma prima di consacrare oggetti magici non vanno purificati o si purificano durante la consacrazione?

    Liked by 1 persona

  6. Grazie mille

    Liked by 1 persona

Lascia un Commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...