Roberto L. – Esbat Luglio 2016


Roberto L. — Lombardia

Autodidatta di medicine alternative e su altre tecniche alternative “allargate” vedendone risultati ottimi.

In ogni risultato ci si ritrova mescolata la magia – di cui c’è sempre da imparare – perché si scorge in fondo, in modo sfuggente  attraverso la natura, la creazione divina in seguito l’illuminazione e la comprensione dell’amore divino.


L’Esbat di Luglio 2016

Ho un amico in difficoltà, più burocratiche che finanziarie, ma le prime influiscono sulle seconde. Quando non c’è modo di fermare la macchina delle “spese di amministrazione” a cui non ci si può sottrarre ho pensato di attivarli con gli aiuti energetici della Luna. Ho letto sul blog di Antica Stregoneria riguardo l’Esbat del 19 Luglio, le posizioni astrali e del periodo dell’anno, le quali sembravano adatte al problema. Ho ritoccato qualcosa qua e là perché non avevo le erbe giuste, ma devo dire che i simboli, l’atto di fare qualcosa a cui tieni, aumentano il potere del “rito” a cui si affidano la speranza e l’amore (questo l’ho letto in un altro post di Antica Stregoneria e ne condivido il pensiero).

L’incantesimo.

Ho preso un vasetto di vetro con il coperchio anch’esso di vetro tipo quelli della marmellata perché si sconsigliava il coperchio metallico –immaginate le scritte sul coperchio con il marchio della ditta, magari ne beneficiano loro del rito!

[Nota di Antica Stregoneria: per rimuovere i marchi in rilievo o stampati sulle confezioni basta levigare il vetro con della carta abrasiva].

Ho inserito un foglietto con scritti 3 desideri – non li dico per scaramanzia – come consigliato: corti, concisi e precisi, ringraziando alla fine le energie o gli angeli che se ne sarebbero presi cura. Ho aggiunto una moneta da 2€ perché, in base ai miei studi, è il numero della luna, un rametto di rosmarino perché è una pianta del sole e quindi può attivare il successo monetario per l’uomo in questione; ho aggiunto anche un po’ di salvia, l’unghia della persona designata, dell’incenso di cui il profumo manteneva “accesa” la magia ed ho chiuso.

Devo dire ch’è stata una ricetta un po’ frettolosa perché ormai mancava poco all’Esbat di Luglio. Quella sera pensai che per aumentare il successo del rito, dopo l’esposizione alla luce lunare, il mattino avrei potuto seppellire sul posto il vasetto seguendo la logica che in natura sotto terra in fase di luna calante i semi cominciano a germogliare meglio e, quindi, in questo caso il barattolo potrebbe iniziare a ramificare le sue energie benefiche. Così ho fatto.

Secondo la logica della natura, in la luna calante i semi germogliano, mentre in luna crescente la pianticella cresce con tutta la sua forza; di conseguenza in fase di luna crescente il mare barattolo dovrebbe dare i suoi risultati.

Riconoscere le sincronicità e portare pazienza.

Dopo il primo giorno della “semina”, stranamente al mattino ricordavo il sogno fatto quella notte – dico stranamente perché non ricordo mai i sogni se nonnraramente – ancor più strano è che ricordai il sogno per tutto il giorno:

“La persona a cui ho dedicato il rito, in un luogo di montagna – dove abita –, mi invitava ad entrare in una casa nuova, una villa che si trovava su un torrente (cambio di rotta?) …nel sogno pensai «chissà quanto sarà costata questa casa!».”

Ho collegato questo sogno al barattolo di vetro. Il mattino seguente mi ha telefonato la persona per cui feci il rito dicendomi di aver sognato di essere benestante e che tutti i suoi problemi erano svaniti!!! Ho pensato: se comincia cosi…! Però non è successo più nulla da allora, però pensai che in quel periodo la luna era calante e che stesse lavorando sottoterra, quindi decisi di aspettare la fase crescente.

Nel periodo di luna crescente sono stato attento per notare cosa sarebbe successo… Appunto, niente più spese improvvise che mettevano sempre in difficoltà questa persona, anzi è riuscito a pagare i vecchi debiti e, con la fine della fase di luna crescente è in pari e può tranquillamente pagare le bollette e altre spese a venire.

Ma i miei desideri? …pensavo che finita una lunazione avrei dovuto ritirare il vasetto perché ormai la lunazione è trascorsa e non è andata male fin’ora; ma i miei desideri? Ho pensato che non si può pretendere di cogliere i frutti di una pianta con una lunazione soltanto ma dovrei lasciare l’incantesimo sepolto dov’è; vedremo i risultati che, con dolcezza, piano piano si concretizzano… Magari con l’Esbat in Capricorno a Dicembre (mese di Saturno, della concretizzazione, dell’energia yin, la materializzazione).

[Nota di Antica Stregoneria: faccio notare che nel vasetto è stata introdotta soltanto l’unghia dell’altra persona, perciò potrebbe essere l’unica a veder realizzato il desiderio: manca il testimone personale. Tecnicamente il feticcio è programmato unicamente sul tuo amico.]

Devo dire che non mi aspettavo nulla di particolare, ma questi eventi banali che mi sono successi mi paiono, invece, grandi cose perché in futuro potrebbero anche realizzarsi, tra l’alto anche se non si realizzeranno si alimenta la mia speranza: cos’è se non la positività di pensiero a volgere le cose al meglio?

Anche la speranza – denigrata al giorno d’oggi – è un sentimento magico capace di far accadere cose positive o rendere le energie negative molto più deboli, liberandosi dalla paura, dal buio. È la linfa che fa continuare la vita di tutti gli uomini e, senza di essa distrugge quelli che professano solo la realtà materialista e la logica, coloro che poi si ritrovano sulla “torre” dei Tarocchi.

~ di Jule su 18 agosto 2016.